dolore

Per quanto sia attirato da ciò che è legato al mondo fantastico, da un punto di vista caratteriale e di inclinazione letteraria, non si può prescindere dalla realtà e da avvenimenti che giornalmente colpiscono la mia sensibilità e coscienza personale.

L’ultima notizia eclatante è il presunto incesto avvenuto tra un padre e la propria figlia. Credo che sia una delle cose più aberranti che possano capitare a una persona.

Una riflessione urge e coinvolge inevitabilmente anche le istituzioni in genere. La gogna mediatica in cui la ragazzina, appena quattordicenne, è stata catapultata senza una minima attenzione alle conseguenze di enorme impatto personale. Sono state travolte le garanzie stabilite a proteggere, attraverso l’istituzione della privacy, l’identità di fragili personalità, sottoposte a una pressione mentale tremenda.

Penso, soprattutto e non solo visto la violenza che ha subito, al senso di colpa che avrà affrontato e dovrà affrontare e superare in futuro in considerazione del suicidio avvenuto. Ritenersi responsabile della morte del proprio padre, a seguito di “denuncia” manifestata in un compito in classe, è una sensazione subdolamente strisciante che, se non attentamente seguita e controllata, può portare a catastrofi anche tragiche.

Ci sarebbero tanti altri risvolti da considerare, ma in questo momento mi premeva esprimere uno stato stato d’animo particolarmente doloroso.

Perdonate lo sfogo personale, sarà che sono padre anch’io, ma queste vicende trafiggono il cuore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...